I chiodi: come si chiamano le varie tipologie?

0
113
tipologie chiodi

I nomi e le tipologie dei chiodi

1) Bullette a testa sfaccettata

Chiodi dal gambo corto e sottile, vengono utilizzati quasi esclusivamente per bloccare il rivestimento in stoffa di poltrone, divani, ecc.

Le bullette si possono trovare in molte tipologie (ottonate, antichizzate, ecc.).

2) Chiodi con gambo a sezione quadrata

Chiodi lavorati a mano, ai nostri giorni non si trovano più in giro, in quanto sono ormai in disuso, hanno dato il nome a tutta la categoria e venivano usati sia in falegnameria, per portoni, ecc., sia in lavori di carpenteria, come le giunzione dei travi, ecc.

tipologie chiodi

Le bullette sono chiodi di piccole dimensioni, impiegate sopratutto in lavori di tappezzeria o con la stoffa

3) Bullette a testa liscia

Chiodi molto usati su tappezzerie in stoffa e disponibili in diversi modelli e varie finiture. Le bullette più comuni sono quelle ottonate o quelle antichizzate.

4) Gruppini

Chiamati anche “Punte di Parigi”, si riconoscono subito grazie  alla testa appena accennata e conica, pensata apposta per essere piantata a filo piano nel legno e successivamente nascosta con un po’ di stucco.

La lunghezza media dei gruppini più corti misurano all’incirca 10 mm.

5) Gruppini in acciaio

Molto simili ai precedenti gruppini, questi chiodi sono più resistenti e sono indicati per essere usati su legni duri o materiali molto compatti (ad esempio MDF).

Le versioni di questi gruppini più comuni hanno un diametro variabile da 1,2 a 1,5 mm ed una lunghezza media da 20 a 40 mm.

tipologie chiodi

I gruppini sono chiodi “a scomparsa”, nel senso che sono pensati apposta per essere inchiodati a filo del legno, ed il buco usato per far entrare il chiodo andrà successivamente coperto con un pò di stucco

6) Punte da muro in acciaio

Chiodi molto adatti per il fissaggio a muro di zoccolini battiscopa e per sostenere i ganci dei quadri.

Le versioni più grandi e robuste di punte da muro in acciaio entrano senza troppa difficoltà nel cemento e vengono usati in edilizia per inchiodare le tavole, i listelli fermategole, ecc.

7) Chiodi in ferro per lavori di falegnameria

Chiodi dalla lunghezza fino a 60 mm, hanno il gambo che è relativamente sottile e tende quindi a piegarsi se viene adoperato con del legno duro, motivo per cui bisogna fare attenzione durante l’uso di questi chiodi.

8) Semenze da calzolaio

Chiodi con gambo a sezione quadrata e testa larga: si adoperano nelle riparazioni di calzature e molto spesso questi chiodi sono dotati di rivestimento superficiale, di solito in ramatura o simili per resistere meglio all’ossidazione. Lunghezza media delle semenze da calzolaio: circa 15-20 mm.

9) Chiodi sottili per lavori di falegnameria

Molto usati dai falegnami, questi chiodi sono utili per il fissaggio di listelli fermavetro nei serramenti; di solito, i chiodi sottili sono confezionati in “stecche”, in tal modo potranno essere posizionati più agevolmente nelle sparachiodi, apposite pistole per sparare chiodi nel legno che funzionano ad aria compressa.

La lunghezza media è all’incirca di 25-30 mm.

tipologie chiodi

Le cambrette servono principalmente per fissare stabilmente le reti metalliche nel legno

10) Cambrette

Chiodi particolari a forma di “U”, ha entrambi i gambi appuntiti e di solito non sono particolarmente lunghi, più o meno 20-25 mm, anche se si possono trovare, per usi molto specifici, versioni lunghe anche 60 mm.

Le cambrette vengono usate per fissare le reti metalliche a supporti in legno.

Leave a reply

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.