Come funzionano termosifoni, radiatori e caloriferi ?

0
646
funzionamento termosifoni

Il termosifone, il componente principale di un impianto di riscaldamento

Il calorifero, una delle invenzione di sicuro tra le più brillanti mai realizzate dall’uomo, chiamato anche termosifone o radiatore, ha cambiato la vita del genere umano, sopratutto in inverno e quando fa più freddo. Il termosifone è il componente principale dell’impianto di riscaldamento di una casa ed è formato da una serie di scomparti in ghisa o in alluminio,  detti elementi affiancati l’uno accanto all’altro per formare la superficie radiante utile a riscaldare il locale.

funzionamento di un termosifone

Il termosifone scalda molto l'aria in un punto che sale verso l'alto generando un moto convettivo che scalda tutto il locale

Il radiatore è un componente del sistema di riscaldamento utilizzato perlopiù in locali ad uso civile, in generale un termosifone viene installato in ogni stanza dell’abitazione, per garantire uniformità di riscaldamento nell’ambiente domestico; i caloriferi più moderni e recenti sono dotati o di valvola termostatica o di termostato che permettono di regolare lo spegnimento o l’accensione del termosifone, in relazione anche alla temperatura desiderata oppure all’orario preferito.

Come funziona e come è strutturato un termosifone?

Il funzionamento di un radiatore è molto semplice.

La caldaia è collegata al calorifero tramite alcuni tubi, in genere due, uno per l‘andata dell’acqua calda ed uno per il ritorno dell’acqua più fredda dopo che ha rilasciato il calore alla’ambiente, in modo tale da far pervenire l’acqua nel radiatore e al tempo stesso da garantire il riscaldamento necessario.

funzionamento termosifoni

Lo schema di funzionamento del circuito caldaia - termosifone

C’è da aggiungere, però, che prima di scegliere il termosifone più adatto per la vostra abitazione, è bene prendere in considerazione svariati fattori, come ad esempio la struttura e le dimensioni della casa il grado di isolamento termico di pareti ed infissi: il rendimento di un calorifero è direttamente proporzionale alla differenza di temperatura dell’acqua e quella dell’ambiente da riscaldare, oltre alle dimensioni del proprio ambiente domestico, in poche parole più grande e spaziosa è una casa, maggiori saranno le dimensioni del radiatore installato a parità di isolamento termico. Infatti aumentando l’isolamento termico delle pareti la casa ha bisogno di meno superficie radiante dei termosifoni e anche di un numero minore di elementi e/o di radiatori.

I caloriferi, indispensabili nelle nostre case, richiedono anche una continua manutenzione, perchè a volte si possono presentare alcuni piccoli problemi, di scarsa entità, che però possono pregiudicare il corretto funzionamento dei termosifoni: una buona attività di controllo continuo ai radiatori è la cosa migliore che si possa fare, se non si vuole rischiare di rimanere al freddo.

I radiatori riscaldano l’ambiente per irraggiamento e per il moto convettivo dell’aria che si instaura infatti in prossimità del radiatore la temperatura è molto alta, l’aria calda più leggera di quella fredda comincia a salire generando un moto convettivo di circolazione dell’ aria che riscalda tutto l’ambiente. E’ anche per favorire questo moto convettivo dell’aria che i termosifoni si installano prevalentemente vicino alle finestre o porte che sono i punti più freddi.

funzionamento termosifoni radianti

Distribuzione della temperatura in un locale riscaldato da radiatori

Ecco spiegato il funzionamento dei termosifoni.

Leave a reply

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.