saldatura a stagno saldare

La saldatura a stagno: la più semplice da eseguire

La saldatura a stagno è la più semplice tra i vari tipi di saldatura, si impara abbastanza facilmente, anche perché è la più economica, gli attrezzi infatti hanno un costo modesto.

Molto utilizzata per i collegamenti elettrici, la saldatura a stagno offre una modesta resistenza meccanica ed è particolarmente indicata per il rame e l’ottone, non molto per il ferro.

Solitamente questo tipo di saldatura viene effettuata con un saldatore a punta in rame, riscaldata da una resistenza elettrica o da una fiamma.

saldatura a stagno saldare

Lo strumento utilizzato per le saldature a stagno

Come fare la saldatura a stagno?

Prima di iniziare la saldatura a stagno, è opportuno eseguire alcune operazioni preliminari.

I pezzi che saranno successivamente uniti, vanno per prima cosa puliti per rimuovere l’ossido superficiale e le incrostazioni di sporcizia, usando carta vetrata di grana fine e paglietta metallica.

Inoltre, se si vuole fare una pulizia più radicale, meglio utilizzare un prodotto disossidante, in modo tale che penetri nei pori del metallo e lo renda così pronto per la saldatura a stagno.

Dopo le operazioni di pulizia, è necessario riscaldare i pezzi da unire.

Per fare questa nuova operazione, è meglio usare come materiale d’apporto una lega di stagno e piombo, usando percentuali diverse a seconda del tipo d’impiego, che fonde ad una temperatura compresa tra i 195° ed i 325°C.

Infine, la saldatura si esegue mantenendo la superficie calda e lo stagno liquido, che deve scorrere senza difficoltà e, mentre raffredda, formare un rivestimento lucido e brillante.

come saldare

Grazie alla saldatura a stagno è possibile unire pezzi anche molto piccoli tra di loro

Oltre ad eseguire la saldatura, è possibile anche rimuovere tale saldatura: basta semplicemente scaldare lo stagno e rimuoverlo con l’apposita pipetta che rimuoverà il metallo fuso, essendo dotata di un meccanismo a depressione.

Esistono altri due metodi per saldare pezzi metallici tra di loro.

Per leggere l’articolo sulla saldatura a gas eseguita con cannelli e torce a gas liquido (usando butano o propano) oppure con torce a miscela di gas ossigeno – acetilene: come saldare con il gas.

Per la saldatura elettrica ad elettroni e la saldatura elettrica a filo, invece, è possibile leggere: la saldatura elettrica a filo.

Leave a reply