Pubblicare Video YouTube: le regole da sapere se si vuole pubblicare un video su YouTube

0
9
Come caricare video su youtube

Video su YouTube: attenzione alle nuove regole e alle restrizioni se si vuole pubblicare un video su YouTube

Come caricare video su youtube

Come caricare video su youtube: le regole da rispettare

Quali sono le regole e quali sono le restrizioni che YouTube ha emanato per chi volesse inserire nuovi video nel sito? Dopo aver chiaramente espresso il suo pensiero sull’utilizzo commerciale che non può essere fatto con i video presenti sul sito, YouTube ha riguardato anche alcuni aspetti legati alla pubblicazione dei filmati sul portale, aspetti che trattano soprattutto di contenuti espliciti, di anteprime dei video, di utilizzo ingannevole di descrizioni e dei tags.

Il comunicato ufficiale del team di YouTube

Ecco il comunicato apparso sul Blog ufficiale di YouTube, dal titolo “YouTube per tutti noi”:

“Come comunità, dobbiamo contare ognuno sull’altro per divertirci, essere stimolati e commossi da ciò che vediamo e condividiamo su YouTube. Ultimamente abbiamo pensato molto a come rendere l’esperienza collettiva su YouTube ancora migliore, in particolare sulle nostre pagine più visitate.

Il nostro scopo è assicurare che tu possa guardare materiale che è rilevante per te e non contenuto in cui ti imbatti inavvertitamente e che non è pertinente con ciò che cercavi”.

come pubblicare video youtube

Le novità del regolamento YouTube  nello specifico

Andando ad analizzare più in dettaglio questo comunicato, ecco tutti i punti chiave e le novità introdotte:

Anteprime (“thumbnails”) dei video diverse

Uno dei più importanti cambiamenti attuati da YouTube, e non tutte le persone che attuano azioni di internet marketing tramite YouTube ne saranno entusiaste.

Le immagini di anteprima sono un aspetto fondamentale per l’ottimizzazione dei video caricati sui siti di video sharing e sono in grado di influenzare non poco gli utenti, cioè se guardare o non guardare un filmato. YouTube proponeva le classiche tre immagini di anteprima che l’utente poteva scegliere a sua discrezione, prese a metà, ad 1/3 e a 3/4 della durata del video interessato.

Partendo da questo principio, durante la fase di editing del video un utente poteva inserire una immagine pre-selezionata da lui, della durata anche di qualche secondo, e poteva usare quell’immagine specifica come una specie di “presentazione” del suo video.

YouTube introduce ora con questo comunicato, una modalità diversa di selezione delle thumbnails: le anteprime saranno scelte algoritmicamente, per rappresentare al meglio l’effettivo contenuto del video.

Ci sarà ancora la scelta fra tre anteprime, ma non saranno più prese da punti specifici del filmato, bensì saranno ottenute tramite una “scansione” del contenuto del nostro video.

Informazioni sui video maggiormente curate e veritiere

La comunità di YouTube ha sempre proibito di “ingannare” in modo subdolo gli utenti (in modo da ottenere più visualizzazioni) grazie a descrizioni, a titoli e a metadati esagerati e fuorvianti.

Grazie a vari trucchetti, però, in un modo o nell’altro è sempre stato possibile apparire nei primi risultati di ricerca per termini, semplicemente inserendo nelle parti testuali relative al video, cioè nel titolo, nella descrizione e nei tags, delle informazioni o delle parole che andavano di moda in quel momento, ma che invece non avevano nulla a che fare con il video in questione.

Il portale YouTube afferma che ora sarà molto più severo e rigido nei confronti di questi atteggiamenti sbagliati, con conseguente cancellazione dei video e , nei casi più recidivi e gravi, dell’intero account utente.

Materiale per il pubblico adulto: restrizioni più accentuate

Se i video contenenti immagini o atti sessuali erano giustamente controllati e rimossi a priori dal sito, anche su segnalazione degli utenti, sono state aumentate ancor di più le regole per riconoscere ciò che è sessualmente esplicito.

I video con contenuti che anche solo alludono al sesso, vale a dire contenuti con scene di nudità, saranno sottoposti alla “age verification” e saranno visibili solo da utenti maggiorenni e loggati con il proprio account di YouTube.

Materiale per il pubblico adulto: retrocessione nei risultati delle ricerche

Continuando a parlare di video per un pubblico adulto, o che contengono altri tipi di materiale profano e inappropriato, anche se hanno ottenuto molte visite, d’ora in avanti saranno algoritmicamente retrocessi da tutte le categorie, come ad esempio dai “più visti”, dai “più votati” e anche da altre pagine.

La classificazione di queste tipologie di video viene fatta in base a diversi fattori, e non si basa solo sul contenuto reale del video ma anche dalla sua descrizione.

Ecco spiegate le nuove regole che YouTube ha introdotto per chi volesse pubblicare un video su YouTube.

Leave a reply